Nuovo SAL!

Non ho saputo resistere…. Domani parte un nuovo SAL a cui mi sono iscritta:

Era tanto tempo che cercavo una iniziativa del genere e poi l’ho trovata quasi per sbaglio, cliccando su un link in un forum! Siamo undici iscritte a questa fantastica iniziativa organizzata da Stefania.

Intanto ho preparato i materiali, ecco un’anteprima:

La tela è un’Aida 55 quadretti vintage country mocha, acquistata proprio per realizzare questo SAL ed userò filati DMC, come sempre.

Domani si inizia! non vedo l’ora!

Ed ecco la seconda tappa!

Lo devo proprio dire, questo SAL mi sta decisamente piacendo. È veramente un piacere ricamare questo schema!

Oggi è il traguardo della seconda tappa del SAL Tralalà organizzato sul forum unarcobalenodicrocette e quindi posso pubblicare qui sul blog la foto. Anche questa tappa, come la prima, l’ho terminata subito. Vi mostro la foto:

E domani si comicia la terza!

S.P.Q.R.

Ovvero “sono pazzi questi romani!”, la battuta più bella di Asterix. Perché sto parlando di fumetti francesi? Perché l’ultimo progetto dell’Associazione Sogni d’Oro a cui ho partecipato era proprio dedicato ad Asterix ed ai suoi amici galli!

Ecco lo stonatissimo bardo Assurancetourix:

Molto somigliante all’originale di carta vero? È stato molto semplice e veloce realizzarlo, non ho avuto grosse difficoltà. Solo la firma l’ho dovuta rifare tre volte perché non mi veniva centrata!

Miniquilt!

Un paio di mesi fa mia nipote Auri mi ha chiesto se potevo fare una copertina (con cuscino) per il lettino di una bambola. Io le ho risposto di sì (cuore di zia!), ma che avevo bisogno delle misure. Qualche giorno fa Auri mi ha portato direttamente la bambola e il lettino, così ho preso le misure da sola. Dopotutto ha poco più di cinque anni, non ancora è in grado di utilizzare il metro. È sveglia, ma non fino a questo punto 😉

Un volta prese le misure mi sono messa ad armeggiare con gli avanzi di stoffa scegliendo l’accostamento migliore. Il lettino è biancazzurro, un colore che da queste parti va molto di moda ultimamente :-).

Così ho realizzato questo:

Carino vero? l’ho iniziato e finito in un battibaleno, mi sono veramente stupita di me stessa 🙂

Solo che quando ero più o meno a metà l’ho fatto vedere alla peste e lei mi ha detto che voleva la copertina la voleva bianca 😦 . Non mi sono persa d’animo, ho completato il miniquilt e poi mi sono messa a realizzare la copertina bianca. Dopotutto stavo utilizzando degli avanzi di stoffa!

Prima di cominciare ho chiesto ad Auri: “Ci vuoi dei cuoricini colorati?”. La risposta è stata: “No, ci voglio le stelline”. Del resto le stelle sono il suo soggetto preferito da disegnare. Quindi alla fine è venuto fuori questo:

Sono veramente molto, molto soddisfatta del risultato! Soprattutto della trapuntatura che mi è venuta molto bene nonostante l’abbia realizzata nella trance premorfeo 🙂

Questa invece è la fotina del retro dei due miniquilt:

Alla prossima!

Miaoooooo!!!

Con qualche giorno di ritardo vi mostro la prima tappa del SAL Gatto organizzato sul forum unarcobalenodicrocette.

Bello vero? Nell’ultimo periodo sentivo proprio il bisogno di mettere in cantiere un monocolore. Lo schema è molto semplice e scorrevole.

A dire il vero la prima scadenza l’ho sforata un po’. Tanti impegni, ma soprattutto mi sono ammalata, ho avuto la febbre alta (che per fortuna è durata pochissimo), mal di testa e fastidio alle orecchie per una settimana buona!

Non ho capito se è stato un virus o se è stata la solita “maledizione del vento”. Non so se è un problema comune ma nelle giornate ventose mi ammalo sempre! E proprio il giorno in cui mi è venuta la febbre mi è toccato andare per lavoro in un paese dell’entroterra pescarese famoso per essere molto ventilato. Si dice infatti:

“Puople sènz viònt , còme lu diàvule senz diònt”
“Popoli (è il nome del paese) senza vento è come il diavolo senza denti”

Vabbeh, basta con le divagazioni, adesso sotto con la seconda tappa!