Ancora uno!

Durante il ponte pasquale (ben quattro giorni a casa, stupendo!) ho portato a termine ben due progetti: per il primo dovrete aspettare ancora un po’ prima di sapere cos’è… sì lo so, sono perfida :-).

Il secondo è un tenerissimo pupazzo di neve ricamato su una tela emiane azzurra, ed è un progetto AnyChild dell’Associazione Sogni d’Oro (tanto per cambiare!):

  

Devo confessare che non ho ancora capito come si “conta” su questo tipo di tela, allora per non sbagliare ho trovato il centro della stoffa e ho cominciato da lì… Penso così di aver dato vita ad nuovo modo di iniziare un ricamo: ci sono quelli che cominciano da sopra, quelli che iniziano da sotto (ed io solito procedo così) e quelli che iniziano dal… centro :-).

P.S.: Questo schema originariamente è stato pensato come copriinterruttore… Dubito fortemente che potrei mai dare vita a qualcosa del genere e se un giorno (lontano lontano) avessi la folle idea di decorare gli interruttori della luce dela mia abitazione non credo proprio che utilizzerei questo disegno (preferirei motivi geometrici o floreali). E voi?

Buona Pasqua!

Il giorno di Pasqua del 2010 mio nipote Ale arrivando a casa per il pranzo dice: “Auguri zia, l’anno prossimo facciamo l’Easter Bunny?”. Io gli ho risposto ovviamente di sì (cosa non si farebbe per i nipoti…), apprezzando molto il largo anticipo con cui me l’aveva chiesto . Qualche giorno fa gli ho chiesto se lo voleva fare ancora, lui ho risposto di sì ed così mi sono messa all’opera.

Per chi non lo sapesse l’Easter Bunny è una tradizione americana in cui i bambini cercano, in prati e giardini, delle uova di gallina dipinte.

I miei nipoti invece cercheranno degli ovetti di cioccolato. E per ovviare al brutto tempo e agli attacchi di formiche e simili li ho inseriti in delle “scatole” confezionate con le mie manine a forma di … carota. Le ho viste sul sito di paneamoreecreativita, fonte inesauribile di idee creative, e me ne sono subito innamorata.  Ecco cosa è venuto fuori…

Le carote con il fiocco rosa sono per Auri e quelle con il fiocco celeste per Ale. Spero che si divertiranno domani a cercarle per il giardino 🙂

Nella prossima foto invece un’anteprima dei portatovaglioli che domani decoreranno la tavola di Pasqua. Sono frutto di una delle ultime lezioni  di patchwork che ho seguito al negozio di Chiara sotto gli occhi attenti di Nonò.

Tanti auguri di una Santa Pasqua!