RR Casacenina – La tela di Cristina Cil

Ottava tappa! Ormai siamo quasi arrivate… Questa volta tocca alla tela di Cristina Cil. Con la tela che ha scelto vorrebbe confezionare uno scaldotto. La nostra missione è di ricamare a nostra scelta o una C (come Cristina) in rosa oppure una G (come Giuseppe, il marito) in azzurro.  Io ho ricamato una G e la potete vedere (forse dovrei scrivere immaginare, vista l’immagine orrenda come poche) nella foto sotto:

28032009811

Alla prossima!

PS: Non dimenticherò mai lo stato d’animo con cui mi sono recata il lunedi mattina alle poste per spedire questa tela a Graziella … Dopo essere stata svegliata alle 3:32 del 6 aprile 2009 da una scossa di terremoto violenta, lunghissima, interminabile… Ho svegliato mia sorella che ha faticato non poco a capire cosa stava succedendo e subito dopo è piombato nella stanza nostro padre, spaventatissimo, lui che aveva sempre minimizzato perché  il terremoto non l’aveva mai avvertito in 69 anni di esistenza… Anche mia madre si è spaventata moltissimo, perché ha visto aprirsi le ante dell’armadio, e ha pensato che non l’avrebbbe raccontato … Ma ha finto noncuranza, perché mio padre esattamente un anno fa ha messo 4 bypass coronatici e si stava agitando troppo … E poi di corsa ad accendere il televisore per cercare di capire cosa era successo e come stava il resto del mondo. Noi sulla costa stavamo bene, ma il resto dell’Abruzzo e dell’Italia? … Com’è andata a finire lo sapete già … L’Aquila e dintorni distrutta,  migliaia di sfollati, persone che hanno perso tutto … Ma noi abruzzesi siamo forti e gentili, ci risolleveremo presto, ve l’assicuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...